A Doppio Senso - Andrea Bianconi / Matteo Negri

Arttribune, Arttribune, May 21, 2016

"A Doppio Senso. Una bipersonale di Andrea Bianconi e Matteo Negri". Lanciati nel 2009 in occasione della prima edizione della mostra "Giorni Felici", i due artisti hanno conosciuto in questi anni una consacrazione da parte della critica e del mercato a livello internazionale e ora tornano nella dimora testoriana di Novate Milanese con due progetti espositivi di grande originalità e impatto. Venite a scoprirli. 

A doppio senso è una mostra che intreccia due mostre, ciascuna con percorsi chiari, ma con punti di contatto negli spazi della Casa.
A doppio senso indica quindi un doppio percorso, un doppio linguaggio espressivo, ma anche un’andata e ritorno.

 

Andrea Bianconi. You and Myself. Performance 2006 -2016
a cura di Luigi Meneghelli
Andrea Bianconi porta a Casa Testori la documentazione spettacolare di dieci anni di performance da lui realizzate in tutto il mondo. Grandi proiezioni filmate permetteranno ai visitatori di vivere in modo molto coinvolgente le azioni di Bianconi. La mostra ripercorre l’intero iter suo performativo: accanto ad azioni poste sotto il segno del ludico (della sorpresa, dello stupore), ad azioni minimali, sommesse, incantatorie, Bianconi sviluppa altre performance che implicano autentiche “recite collettive”. L’artista non si pone stretti limiti disciplinari, regole, gerarchie, se non quelli di aprirsi all’altro, al pubblico, per destare stupore, incredulità, interrogativi. Spesso, la performance di Bianconi ha a che fare con una sorta di “divertimento artistico”: è una gag, una serie di gesti apparentemente gratuiti, di risibili azioni ludiche. Bianconi realizzerà anche una performance immaginata ad hoc per Casa Testori, che verrà ripetuta più volte durante il periodo espositivo.
Andrea Bianconi (1974) vive e lavora tra Vicenza e Brooklyn. Alla V Biennale di Mosca ha realizzato una public per­formance tra la Piazza Rossa, il Cremlino e il Manege. Tra le sue recenti esposizioni Valencia, Madrid, New York, United Arab Emirates, Basilea, Milano-Palazzo Reale, Shanghai. Nel 2011 Charta ha pubblicato la sua prima monografia, nel 2012 Cura.Books il suo primo libro d’artista “ROMANCE” e nel 2013 il secondo dal titolo “FABLE”. Entrambi fanno parte della collezione del MoMA, New York.

Matteo Negri. Splendida villa con giardino, viste incantevoli
a cura di Daniele Capra
Matteo Negri occupa le stanze affacciate sul giardino al piano terra della Casa, con sei interventi scultorei site specific. Negri ribalta il punto di vista e le modalità di fruizione del luogo: le opere ospitate nelle stanze della casa infatti saranno visibili solo dallÂ’esterno, attraverso scalette progettate ad hoc, spingendo il visitatore ad affacciarsi su scenari sorprendenti allestiti nelle stanze. Le installazioni di Negri spaziano da opere create con specchi speciali e luci teatrali, a sculture in cui vengono impiegati materiali compositi (come resine epossidiche, silicone), sino al più classico bronzo, utilizzato per la grande scultura rotante, una vespa che è stata aperta e ricomposta con le sembianze di una ballerina posta nella veranda della dimora di Testori.
La mostra è curata da Daniele Capra ed è realizzata in collaborazione con ABC-ARTE, Genova.
Matteo Negri è nato a San Donato, 1982. Vive e lavora a Milano. La sua opera è caratterizzata da un interesse prevalente per la scultura, benché non manchino lavori di carattere bidimensionale. Ospitate frequentemente in contesti pubblici, come ad esempio in Piazza Gae Aulenti a Milano (Multiplicity, 2015) e in diverse piazze a Parigi (L’egosÏme 2010), le sue opere attivano gli spazi con un senso di ludica meraviglia.