Yasuo Sumi. NOTHING BUT THE FUTURE

a cura di Flaminio Gualdoni
Antonio Borghese, Flaminio Gualdoni, 2016
bilingual edition
Yasuo Sumi. NOTHING BUT THE FUTURE: a cura di Flaminio Gualdoni
Publisher: ABC-ARTE S.r.l
Dimensions: 26,5x19,2
Pages: 206
isbn: 9788895618104
€ 38.00

Yasuo Sumi | Nothing but the Future, come ogni progetto espositivo organizzato dalla ABC-ARTE, nasce da una forte convinzione e necessità di partecipazione collettiva. Questa esposizione rappresenta un omaggio che non siamo riusciti a condividere con lo stimato Maestro Yasuo Sumi, scomparso il 12 ottobre 2015 mentre la mostra era in fase di preparazione. Speriamo quindi che attraverso questo libro anche voi possiate essere permeati dall'amore e dalla forte ammirazione per il Maestro, che ha mosso il nostro lavoro.

 

ABC-ARTE, dopo avere coordinato nel 2008 l'organizzazione dell'evento dedicato a Shozo Shimamoto, con performance a Palazzo Ducale Genova e mostra a cura di Achille Bonito Oliva presso il museo di Arte Contemporanea di Villa Croce, presenta, all'interno della sede genovese della galleria, la mostra antologica del Maestro Yasuo Sumi, a cura di Flaminio Gualdoni.

 

La retrospettiva dell'artista giapponese, si propone di documentare antologicamente e cronologicamente il percorso del maestro Gutai, dalle prime opere, fino alle più recenti performances. La mostra esibisce dal vivo lavori molto rari e presenti in prestigiosi musei o collezioni internazionali ed è articolata secondo un itinerario didattico diacronico diviso per decenni che ricostruisce la carriera di Sumi in rapporto coni maggiori protagonisti del secondo dopoguerra (Fontana, Cage, Pollock, Kaprow, Mathieu) al fine di ricostruire una mappatura adeguata e completa.

 

Le opere presentate propongono i più disparati supporti utilizzati dal Maestro: tele, reti con inclusioni in carta e tessuto, cartoncini, primi lavori Gutai su carta, pergamene, tessuti.

 

Il catalogo è stato arricchito da una sezione di foto storiche scelte tra performances e momenti di vita quotidiana del Maestro Sumi e da una serie di testi estratti dal suo libro autobiografico per fornire, agli appassionati lettori, una immagine della sua concezione artistica più esaustiva possibile.

 

Credo fermamente che questo evento rappresenti una importante occasione per lo studio di una personalità artistica centrale nella storia dell'arte del Novecento, permettendo di far luce su un particolare momento storico-politico, culturale ed artistico che ha dato i natali a rivoluzionarie concezioni artistiche, toccando parallelamente Europa, Stati Uniti e Giappone.

 

Ringrazio l'Associazione Culturale Spazio Arte dei Mori di Venezia e Andrea Mardegan direttore dell' Archivio Yasuo Sumi di Ibaraki (Giappone), per la collaborazione nell'organizzazione della mostra nonché le istituzioni rappresentate in questo volume, per il sostegno all'iniziativa.