MIART 2020

11 - 13 Settembre 2020
pad. 3, gate 5 - fieramilanocity, viale Scarampo, 20149, Milano, IT http://www.miart.it/it/visitare venerdì e sabato ore 12.00 – 20.00 e domenica ore 11.00 – 19.00 www.miart.it

Miart è una fiera in cui arte contemporanea, arte moderna e design in edizione limitata dialogano tra loro, esplorando le relazioni tra il passato e il presente della creatività e presentando al pubblico la più ampia offerta cronologica, dall'arte dell'inizio del secolo scorso fino alle opere delle generazioni più recenti.

 

Dialogo sul concetto di Assoluto


Gli artisti coinvolti sono Tomas Rajlich e Nanni Valentini.
Il lavoro di Tomas Rajlich, presentato in galleria con la personale Fifty years of Painting e con la collettiva Absolute Painting | Giorgio Griffa, Tomas Rajlich, Jerry Zeniuk,  ha una ragione d'incrocio concettuale con l'opera di un grande scultore, Nanni Valentini, di cui in galleria è in corso una ampia personale intitolata L'interspazio tra il visibile e il tattile.

Le ragioni di affinità stanno nella concezione stessa di assoluto: come Rajlich, dopo una prima stagione prevalentemente linguistica, volge a ritrovare una ragione fondamentale del pittorico, altrettanto Valentini (le cui Garze, 1976, sono l'apertura anche pittorica di un ragionamento sulla luce) mira a superare le questioni scultoree strettamente formali per interrogarsi sulla sostanza ultima, su un assoluto plastico che riconosce i propri fondamenti.

Di Rajlich verranno presentate 3 opere degli anni '70, nelle quali è molto ben evidenziata la ricerca spaziale tramite la griglia geometrica e la obliterazione della stessa per mezzo del colore nero. Di Nanni Valentini sarà proposta una selezione comprendente le opere: Trasparenza, Medusa gorgone, Focolare di Hestia e due Volti.