Giulio Zanet "Another Painting", Solo Exhibition at Circoloquadro, Milan

Curated by Marta Cereda, on view from April 6 to May 4

(Please scroll down for the English Version)
Circoloquadro presenta Another painting, esposizione personale di Giulio Zanet, a cura di Marta Cereda. Il progetto, in mostra nello spazio milanese dal 6 aprile al 4 maggio 2016, vede l’artista confrontarsi con un intervento site-specific, in cui le caratteristiche della sua ricerca pittorica vengono messe alla prova e sfidate.

Giulio Zanet, infatti, ha scelto di oltrepassare i limiti imposti dalla tela per contaminare lo spazio, che diventa parte integrante del suo lavoro e viene trasfigurato dal colore e dalle forme dell’artista. Another painting, il titolo della mostra, rappresenta quindi un paradosso, perché i dipinti non costituiscono il nucleo dell’esposizione, che rappresenta un’ulteriore evoluzione nella ricerca dell’artista, che gradualmente si liquefa dalla figurazione all’astrazione all’installazione, trasformando il pavimento nella tela e le pareti nella cornice. Another painting: una successione naturale, in cui a un dipinto segue un altro, in un flusso continuo senza soluzione di continuità.

Secondo Giulio Zanet, la pittura è metodo di conoscenza del mondo: “La pratica della pittura per me è un modo di capire ciò che ho intorno e ciò che ho dentro. Un tentativo di comprenderne le ragioni e le modalità. Stare all’interno dell’installazione ideata per Circoloquadro è una metafora dell’immersione nel mondo e nel presente”.

 

In Another Painting, Giulio Zanet presents a site-specific project in which it tests the characteristics of his painting.

 

Giulio Zanet has chosen to overstep the limited space imposed by the canvas in order to contaminate the room surrounding the painting. The effect is a radical metamorphosis of the space outside the painting through the use of colors and shapes.

 

Another painting, the title of the exhibition, thus represents a paradox: the paintings themselves are no longer the core of the exhibition. The artist’s research gradually evolves from figurative art, to abstraction, to installation, converting the floor into a canvas and the walls into a frame. The process appears as a natural sequence of steps, where one painting is followed by another in a spontaneous and seamless flow.

 

According to Giulio Zanet, painting is a means of knowledge: “the art of painting is a way of understanding what surrounds me and what I feel inside. It’s an attempt to understand its motives and dynamics. To be inside the installation I created for Circoloquadro equals to metaphorically being immersed in the present world and time”.

 

Circoloquadro
Via Genova Giovanni Thaon di Revel 21, Milan
Tel. 0039 02 6884442 – info@circoloquadro.com

Opening hours: Tuesday to Friday, from 3 pm to 7 pm or by appointment

 

April 28, 2016