"In Serra, il lavoro pittorico non è letteralmente dipinto, ma è, piuttosto, l'esecuzione di un calco della pittura precedentemente stesa su una superficie preparata". In concreto: la catena degli atti che Serra pone al servizio dell'operazione prevede che egli disponga su una superficie prescelta materie pittoriche diverse per natura e densità e in seguito vi imponga una tela trattata con collante acrilico sui cui la materia, imprimendosi, si fa sostanza altra da sé". 

 

Flaminio Gualdoni, autore del saggio in catalogo - Añi